Contattaci Ora
Clicca Qui

Umidità e Muffe

Umidità e Muffe

Iniziamo oggi una serie di articoli sul tema “umidità e immobili”; vedremo i problemi che la presenza di un’eccessiva umidità può provocare alle “strutture” dei fabbricati e alle “persone” che li abitano, analizzeremo tutte le possibile “cause” nonché i conseguenti “rimedi” da mettere in atto.

Cosa Sono le Muffe.

La presenza di acqua nelle murature provoca la diminuzione del “comfort termico”, il degrado dei materiali a causa di reazioni chimiche distruttive e la comparsa di muffe.

Le muffe sono funghi microscopici che durante la loro crescita producono particelle, di forma sferica e di piccole dimensioni (spore), che si disperdono nell’aria, principalmente in estate e in autunno. Possono crescere sia all’interno che all’esterno delle abitazioni e si trovano soprattutto dove è presente umidità in eccesso e scarsa ventilazione. Le muffe tendono a svilupparsi più rapidamente con un clima caldo umido, come in estate, in luoghi poco illuminati, su oggetti e materiali umidi, nonché in umidificatori o sistemi di condizionamento d’aria, non sottoposti a regolare pulizia e manutenzione.

Effetti sulla Salute.

L’esposizione alle muffe e/o all’umidità domestica è associata alla maggiore prevalenza di sintomi respiratori, asma e danni funzionali respiratori. In particolare, per quanto riguarda la salute dei bambini, i risultati complessivi di studi trasversali su bambini di 6-12 anni hanno confermato la relazione positiva tra la muffa visibile e la tosse notturna e diurna dei bambini e, nelle famiglie più affollate, la relazione con asma e sensibilizzazione ad allergeni inalanti.

Misure per Ridurre l’Esposizione.

Riportiamo di seguito una lista delle cose da controllare e fare per ridurre i fenomeni negativi legati all’eccessiva umidità, che come visto possono provocare l’insorgenza di muffe e problemi di salute.

 assicurarsi che i muri esterni, le fondamenta, i sottotetti e l’attico siano isolati e ben ventilati;

 cercare di mantenere all’interno dell’abitazione un’umidità inferiore al 50%;

 assicurarsi che non vi sia terra o altro materiale che possa drenare l’umidità a diretto contatto con i muri della casa;

 non usare tappeti o moquette in zone con alta umidità come bagno, cucina, lavanderia;

 non lasciare i vestiti stesi ad asciugare per molto tempo in ambienti chiusi poco ventilati;

 cercare di eliminare fenomeni di condensa che spesso sono causa di umidità; in presenza di condense è consigliabile aerare frequentemente l’ambiente;

 eliminare le macchie di muffa con tinture speciali antimuffa a base di acqua;

 assicurare la corretta manutenzione di umidificatori e condizionatori e del sistema di ventilazione meccanica, in particolare delle bocchette esterne e dei filtri;

 pulire regolarmente le guarnizioni dei frigoriferi; vuotare e pulire frequentemente le vaschette dell’acqua nei frigoriferi autosbrinanti;

 lavare regolarmente le tende della doccia, il lavandino, la vasca e le pareti di bagno e cucina con candeggina;

 limitare il numero delle piante ornamentali (le muffe possono essere aerodisperse quando le piante sono reinvasate, spostate o annaffiate, e comunque aumentano l’umidità ambientale);

 i depuratori di aria muniti di filtri adeguati possono essere efficaci nel rimuovere le spore fungine.

Normativa di Riferimento.

Decreto Ministeriale del 26/6/2015 che impone il calcolo in base alla norma UNI EN ISO 13788;

Accordo del 27 settembre 2001, recante “Linee di indirizzo per la tutela e la promozione della salute negli ambienti confinati” (G.U. del 27 novembre 2001, n. 276 S.G., S.O. n. 252);

Accordo Stato Regioni del 18 novembre 2010, recante “Linee di indirizzo per la prevenzione nelle scuole dei fattori di rischio indoor per allergie ed asma” (GU del 13 gennaio 2011, n. 9 SG).

WHO guidelines for indoor air quality: dampness and mould, 2009.

 

BENE!

Per oggi ci fermiamo. Dopo questo articolo preliminare, nei prossimi entreremo nel dettaglio sulle “cause” e i “rimedi” per contrastare l’eccessiva umidità e la formazione di muffe. Continuate a seguirci!

Vi ASPETTO!

Nel caso aveste dei quesiti da porre non esitate a contattarci. Compilate il seguente Form e premete il tasto Invia.

Vi risponderemo Gratuitamente!

Potete trovare tutti gli articoli pubblicati sulla nostra: PAGINA DEL BLOG.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*